Rassegna Birrifici Artigianali

ACQUA, BIRRA E TERRITORIO

Bolle di Malto è un evento che richiama anche la storia della città di Biella; una storia legata ai muri di Piazza Cisterna e del Corso del Piazzo che parlano e ci raccontano che la vita biellese, un tempo, si sviluppava nella città alta.

Biella Piazzo

Dalla sua fondazione nel  1160, il Piazzo è sempre stato sede viva e attiva della città di Biella; dimora del mercato cittadino per tanti anni e del Comune, ha via via lasciato spazio allo sviluppo di Biella Piano rimanendo un luogo di attrazione tuttora caratterizzato dalla scenografica piazza Cisterna (con il relativo palazzo Cisterna e altri palazzi nobiliari), i portici con i capitelli di pietra e le decorazioni in cotto.

Piazza Cisterna durante Bolle di Malto

Nel parlare del Piazzo e dell’acqua non si può non citare la Roggia del Piazzo che insieme alla Roggia del Piano servivano la città di Biella attingendo acqua dal Torrente Oropa; la Roggia del Piazzo è una delle più antiche opere pubbliche della città di Biella risalente all’epoca della fondazione del nostro Borgo medievale. 

il bottalino a Biella

E proprio qui, dove nacque una delle più importanti opere pubbliche di Biella che trasportava e trasporta “il nostro petrolio locale”, ovverosia l’acqua, abbiamo voluto realizzare un evento che dimostra quanto sia ancora oggi importante l’acqua per l’economia e lo sviluppo del nostro territorio.

Posizione
Piazza Cisterna - Biella
Piazza Cisterna, Biella
45.566182, 8.045262

L’acqua, questa grande protagonista di Biella e del Biellese, che ha reso possibile, come forza motrice, la nascita e lo sviluppo dell'industria tessile e che ancora oggi rende inimitabili i tessuti cardati realizzati mediante il processo di follatura, che ha fatto delle acque minerali imbottigliate nel Biellese le più leggere d'Europa, che ha dato origine nel Biellese al termalismo italiano e che ci candida oggi ad un rilancio delle SPA  in grande stile, che ha fatto ottenere l'unico DOP europeo al riso prodotto nella Baraggia Biellese, che, alcuni anni fa, ha fatto individuare nel Biellese il sito ideale per la creazione di un impianto di fabbricazione del sakè da distribuire in Europa: l'acqua, il microclima e una speciale muffa hanno sbaragliato le varie località europee di produzione risicola testate dai giapponesi e dai coreani promotori dell'impresa. E, infine, quell’acqua che ha reso per anni la birra industriale prodotta nel Biellese la numero 1 al mondo, e che oggi  fa delle birre artigianali qui prodotte delle preziose e rare esperienze gustative. 

© 2017 Associazione Inchiostro - C.F. 90060690022 - Tel. 338 3511800 - Contattaci
Web Marketing e SEO Consultant
Filippo Miotto